Le materie prime non hanno genere - Maison Francis Kurkdjian

Profumi da donna o da uomo, profumi unisex. Nel settore della profumeria sono ancora numerose le domande e gli ostacoli che riguardano il concetto di genere. Alcune materie prime sarebbero più specificamente femminili o maschili? La percezione del femminile e del maschile è culturale o convenzionale? In profumeria come nella moda, la materia prima non appartiene a un genere. Può essere plasmata da una mente creativa e dal suo savoir-faire.


Il profumo rispecchia le nostre civiltà. È il riflesso del nostro tempo e segue naturalmente i cambiamenti culturali. Se le donne sono sempre state guidate dai propri gusti, sono spesso anche più audaci degli uomini nell'allontanarsi dagli stereotipi.


Se riprendiamo l'analogia con la moda, in Occidente le donne hanno ormai acquisito, lottando per ottenerla, la libertà d'indossare pantaloni senza che la loro femminilità venga messa in discussione dalla società. Al contrario, però, se un uomo indossa una gonna o un abito femminile richiama subito l'attenzione e la sua mascolinità viene di fatto immediatamente messa in dubbio.

Le materie prime non hanno genere - Maison Francis Kurkdjian

Dimenticatevi degli ingredienti e lasciatevi trasportare dall'emozione.

gentle Fluidity
Gold Edition

Le fragranze femminili sono per lo più floreali. Se a una donna non piacciono i fiori, potrà, senza ambiguità alcuna e senza nessuna conseguenza per la propria femminilità, scegliere un profumo maschile e persino mostrare con orgoglio la propria mascolinità.


Gli uomini, invece, sono molto più riluttanti ad usare fragranze femminili. In Medio Oriente indossano profumi molto fioriti, in particolare composti da rosa o gelsomino, senza che ciò metta in dubbio la loro virilità, perché è parte integrante della cultura.


Come nella moda, le materie prime in profumeria non hanno un genere. Non sono né femminili né maschili: è il modo in cui il compositore le combina a determinare la loro inflessione. La seta, ad esempio, è neutra finché non arriva nelle mani dello stilista, che la userà per farne un foulard o una cravatta. In profumeria il meccanismo è lo stesso. La materia prima, naturale o sintetica che sia, possiede molteplici sfaccettature olfattive e si rivela quando la si combina con altri ingredienti.

Le materie prime non hanno genere - Maison Francis Kurkdjian

Prendiamo il caso della bacca di ginepro, una freschissima nota ascendente e aromatica che ha un effetto "gin". Se la bacca di ginepro viene usata in "overdose", essa crea una freschezza intensa, come nella fragranza Gentle fluidity edizione Silver. Se si usa invece solo un pizzico di bacche di ginepro, esse donano naturalezza al fiore, come nell'edizione Gold di gentle Fluidity. Un altro esempio è rappresentato dai fiori d'arancio. Se li abbiniamo maestosamente allo ylang-ylang, donano vita a un effetto floreale solare ammaliante presente nella fragranza APOM femme. Al contrario, le sfaccettature fresche e agrumate degli stessi fiori d'arancio assumono un'inflessione più aromatica se si mischiano al bergamotto e alla lavanda, come nella fragranza APOM homme.

Le mie creazioni appartengono sì a un genere, ma spetta a ciascuno di noi appropriarsene e persino definirlo.

Scopri le creazioni

Le altre Note Profumate